3201499949
info@aislarc.it

Il Covid 19 non ci ferma

Persone che aiutano persone

Il Covid 19 non ci ferma. Quotianamente e silenziosamente, senza far rumore, stiamo accanto ai malati di SLA e alle loro famiglie anche in tempo d’isolamento forzato a causa del Covid-19. Lo facciamo consapevoli che combattiamo una battaglia che non conosce sosta, ferie o malattie, né tantomeno epidemie. In silenzio accogliamo critiche e in silenzio raccogliamo messaggi di elogio e di ringraziamento per ciò che facciamo ma oggi vogliamo condividere con VOI, questo messaggio perché VOI siete i destinatari di questo sorriso e di questo GRAZIE.

Questa Pasqua è stata triste, è inutile negarlo. Il Covid ci ha “ imprigionato “ negandoci agli affetti più cari, ha causato morte ed ha innescato dei meccanismi d’isolamento sociale che hanno colpito tutti, in particolare le fasce più deboli come i bambini, gli anziani ed i malati.

Di conseguenza l’annuale campagna delle uova di Pasqua di Aisla Reggio Calabria  non è andata bene come gli altri anni. Non è andata bene ma non si è fermata perché grazie al vostro “ non importa, mangerò l’uovo sotto l’ombrellone”, come ci è stato detto scherzosamente da un nostro “ cliente “, siamo riusciti ad evadere diversi ordini ( nei prossimi giorni si provvederà ad effettuare la consegna delle rimanente uova).

Con questi soldi, si proprio con questi soldi, stiamo pagando l’affitto di un puntatore oculare ad una signora che ne era riamasta sprovvista da mesi perché grazie a Voi, che ci sostenete e avete fiducia in noi, oggi, ancora una volta siamo riusciti ad aiutare e a  far sorridere , a far dire “ Ti Voglio bene “,anche se attraverso un pc, un malato di SLA.